Storia di una bacchetta…. quasi magica.

Devo confessare una cosa… io questa cosa delle bacchette massaggiatori non l’ho mai capita. Vorrei davvero credere alle foto esplicative di sinuose modelle che si massaggiano la cervicale con le bacchette vibranti ma questa funzione mi pare assai favolistica e quindi dico….perché?

Perché ancora oggi le bacchette vibranti alcune le ditte le spacciano per massaggiatori per il corpo ma risiedono in modo esclusivo e definitivo nei cataloghi dei sex toys? E quindi, complice una scatola rotta arrivata nel carico merce l’ho provata per il fatidico uso da loro stessi pubblicizzato e qui vi dico come è (perchè per l’altro uso…cosa vi dovrei dire che non sapete già?!):

baccetta vibrante 50 sfumature di grigio

–     intanto è potente, potente davvero. Io sono molto magra sulle spalle e sulla schiena e l’ho sentita vibrare praticamente contro le ossa. Quindi direi che se siete molto magre e un pochino “ossute” la vibrazione va tenuta bassa. Magari avere delle masse muscolari che possano definirsi tali aiuterebbe, io ne sono sprovvista e quindi il giorno dopo ero parecchio indolenzita.
–     sugli uomini tutta un’altra storia, soprattutto se un po’ muscolosetti o piuttosto torniti, l’effetto mi è stato riferito era molto piacevole.
–     attenzione a ciò che spalmate addosso (sia a voi che al partner), quelle rivestite in silicone non devono stare a contatto con oli e lubrificanti siliconici. Io suggerisco di usare un pochino di lubrificante a base ďacqua magari di quelli che si scaldano con il soffio.
–     evitare la zona cervicale e la colonna vertebrale specialmente se state utilizzando intensità medio/alte, sono zone troppo delicate che possono risentire delle vibrazioni dirette.
–     non solo la punta: sebbene la maggior parte delle bacchette abbiano il motore solo sulla punta, per evitare che vi si addormenti il braccio si può utilizzarla anche orizzontalmente e farla così rotolare.

– tocco di seta: il rivestimento in silicone la rende comunque davvero gradevole sulla pelle poichè assorbe subito la temperatura corporea pertanto non è una sensazione fredda. E’ comunque anche waterproof…se volete immergerla nell’acqua ghiacciata provarla in estate è possibilissimo 😉

Ora…l’uso come sex toys è scontato come lasciare il vasetto di nutella aperto sulla scrivania. Perciò, le dimensioni sono impegnative, ha sicuramente il pregio di poter coprire un ampio raggio di contatto se utilizzata sui genitali esterni. Ipotizziamo l’utilizzo a due, essendo potente come intensità di vibrazione e con tanti tipi di frequenza di pulsazione ben si presta ad accelerare un po’ i preliminari nel caso siate un po’ lente a “partire”, viceversa da tenere rigorosamente bassa se invece avete tempi di reazione molto veloci perché potrebbe facilmente far superare il limite comunemente accettato di “preliminari”.

La bacchetta che ho provato io è la bacchetta di Fifty Shades of Grey che vi linko sotto (potete andare a leggere le varie caratteristiche tecniche se siete curiose), a differenza di alcuni modelli decisamente più voluminosi questa è molto elegante, ricorda per forma le bacchette Lelo che sono arrivate sul mercato molto prima di “lei”, ha lo stesso design affusolato che ben le differenzia dai Wand vecchio stile che possiamo vedere anche in molti film hard. Per questo prodotto, come anche per i Lelo (soprattutto per i Lelo) si mantiene la coerenza di stile.

Fifty Shades of Grey – Holy Cow – Massaggiatore a Bacchetta vibrante

 

More from Rosso Ciliegia Shop

10 giorni di erotismo con il set di accessori Cinquanta Sfumature di Rosso

Qualche settimana fa vi ho accennato alla nuova collezione di accessori di...
Read More