Red Light District

Spagnole “internazionali”

spagnole internazionali ©rossociliegiashop

In linea di massima qui in Italia la chiamiamo “spagnola” …ma è una pratica internazionale. Detta anche “cravatta del notaio“, e non me ne vogliano i notai, non so proprio perchè. Oltre al fatto che la posizione già di per sè, è  estremamente “Hot“, per la vicinanza dei genitali maschili al viso di lei, questa posizione fa si che venga simulato nell’incavo del seno femmimile, il canale vaginale. L’uomo posiziona il pene eretto tra i seni della donna, mentre lei li avvicina con le mani.

Talvolta è l’uomo invece che ha il pieno controllo e tiene egli stesso le mani sui seni che avvolgono il pene. Viene meglio se il pene è leggermente abbondante in lunghezza questo permette alla donna di abbassare il mento e completare il quadro con una fellatio, viene meglio ancora se anche il seno della donna è abbondante (viva l’abbondanza per entrambi insomma). Sconsigliabile praticare a “secco”, la saliva è il lubrificante  più immediato, ma se davvero volete fare un buon  “lavoro” i lubrificanti specifici sono la scelta migliore purchè siano di qualità, per evitare un fastidioso effetto appiccicoso.

Se non volete rinunciare alla lingerie ci sono maliziosi stringivita che lasciano scoperto il seno, corpetti  con coppe aperte, bodystocking iper scollati.
Completa il quadro della spagnola perfetta una eventuale eiaculazione sul collo….impreziosito così da una biologica collana di perle“.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *